sabato 9 aprile 2011

Gattò di patate Napoletano


 Dal francese "Gateau", napoletanizzato il "Gattò", è un pasticcio di patate per cui molte persone farebbero follie pur di mangiarne un pezzettino. Può essere visto sia come piatto unico, preparando un unico gattò in una teglia grande oppure come contorno sfizioso, se componete tanti piccoli gattò in formine tipo muffins.

Ingredienti per 4 persone (porzioni abbondanti):
1,5 kg di patate, 4 uova, 60 gr di grana e pecorino grattugiato, pepe e sale qb, 250 gr di provola fresca o mozzarella, 100 gr di prosciutto cotto, 100 gr + 30 gr di burro o margarina, un po' di pane grattugiato.

Procedimento:
Lessate le patate con tutta la buccia, una volta cotte pelatele e schiacciatele con uno schiacciapatate (se manca potete anche usare un passaverdure). Mettetele in una ciotola ampia insieme alle uova i formaggi grattugiati, 100 gr di burro (i 30 gr vi serviranno per imburrare la teglia e per mettere alcuni pezzetti sopra il gattò), sale e pepe (questi due elementi io non li peso mai, però assaggiate l'impasto dovrebbero bastare 3-4 pizziconi di sale, il pepe è a piacere),


mischiate bene il tutto con le mani in modo da amalgamare al meglio. Preparate un ruoto da forno, imburrato e foderato di pane grattugiato. 


Ora componete il vostro gattò. 
Prendete una metà dell'impasto e sistematelo nel tegame, stendendolo bene per ricoprirlo tutto. Poi tagliate il latticino e il prosciutto a pezzetti e e sistematelo bene sullo strato di patate. 


Coprite con l'altra metà d'impasto e livellate con un cucchiaio bagnato (non si attacherà all'impasto).

Decorate a piacere con un coltello o una forchetta e mettete alcuni pezzetti di burro sopra.

Infornate a 200 gr per circa 1 ora, deve essere bello dorato sopra. 
Può essere servito sia caldo sia freddo, come preferite.

Varianti e Consigli:
La cottura dipende sempre dal vostro forno, se è un forno di ultima generazione bastano anche mezz'ora ad una temperatura alta. Se non travate la provola fresca va bene anche la mozzarella, meglio se del giorno prima, oppure una provoletta secca.






3 commenti:

  1. Ne potresti fare uno a forma di letto? Così mi ci sbraco sopra e quando ho fame ne strappo un pezzo :)

    RispondiElimina
  2. ciao lo fatto ed era buonissimo

    RispondiElimina
  3. Bene.. sono molto contenta! ;)))

    RispondiElimina

Dai un'occhiata anche qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...